Jeffrey Zeldman’s Web Standards Advisor 1.0.0

Jeffrey Zeldman's Web Standards Advisor Jeffrey Zeldman’s Web Standards Advisor 1.0.0 è una nuova extension per Dreamweaver, da Webassist. Si tratta di una specie di super-validator, più un consulente: la sezione Validator fa quello che facilmente si può immaginare, ovvero mette a disposizione un servizio di validazione delle pagine (singole, gruppi, l’intero sito, una cartella) per codice, CSS e Microformats. L’Advisor invece è un vero e proprio servizio di consulenza che produce un report su aspetti come l’integrità strutturale delle pagine, la semantica del labeling, verifica della congruità degli ID, verifica dei DIV, tabelle, liste, elementi di navigazione.

Una specie di Aspirina per “classite” e “divite, un bel aggeggio anche un po’ imbarazzante per la parte Advisor. Sì, perché finché si tratta di validare (in ogni caso, su interi siti è una bella comodità) è un conto, ma quando un software mette in dubbio la vostra personale abilità nel denominare div e classi bè, ci si sente punti sul vivo. A 49.99$ su WebAssist.

un esempio di report

Annunci

12 pensieri su “Jeffrey Zeldman’s Web Standards Advisor 1.0.0

  1. Validazione ‘tecnica’ a parte, infatti, non si capisce in base a quali principi condivisi ‘main_content’ sarà più consigliabile di un’altra opzione. HTML5 tra l’altro inizia proprio adesso a fissare un po’ di paletti strutturali (header, article, section, ecc.) ma certo non chiude il recinto, anzi. Sarà forse tempo di iniziare a scrivere un vocabolario strutturale condiviso, à la microformat, per intenderci?

  2. Esatto, Livio, pensavo proprio a quelle prime sollecitazioni: sarebbe il caso di rilanciarle, anche per limitare i potenziali danni di HTML5 (e anzi è curioso che una delle prime delusioni in questo senso giunga proprio da Meyer e Zeldman con il sito di An Event Apart: dopo anni a parlarci di xhtml e tutto quanto…).

  3. Non so se sia una delusione o meno, un esperimento dice Meyer. Robe troppo da fighetti, e mi chiedo che senso abbia fare un sito in HTML5 con alcune pagine in XHTML 1.0 transitional perché HTML5 non ha gli elementi necessari (xhtml 1.1 transitional, dice Meyer. Questa sì che è una delusione…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...