Ipad, epub, ebook, leggere a video. Ma sarà vero?

È tutto molto bello ed entusiasmante. Il fior fiore della retorica questa volta si scatena sull’argomento ebook/ipad/epub, qualche volta confondendoli fra di loro.

Così capita di leggere che “Ciascun EPUB è composto da 3 files: il primo contiene le informazioni relative alla formattazione del contenuto (in XHTML), il secondo ne descrive la struttura (mediante un XML) ed il terzo altro non è che un archivio ZIP che contiene i primi due”.

A chi si occupa anche solo un po’ di markup apparirà quantomeno singolare che la formattazione del contenuto sia in un file XHTML.

Oppure, cose come EPUB è un formato ridimensionabile, cioè in un eReader (libro digitale), si contrassegnano i contenuti e non il formato che invece si adatta a diversi dsiplay dei tanti lettori di libri elettronici (eReader) del mercato”.

?

O fantasiose iperboli sulla sublime sensazione derivante dallo sfogliare pagine digitali pigiando lussuriose icone… sto ancora sorridendo leggendo un brano di Giorgio Gianotto, che veramente deve amare questo Ipad.

“fruscii, carezze e sfioramenti aprono possibilità non ancora dischiuse, un intrigante universo di eleganza unito a un cuore pulsante energia e durata. Una visione in trasparenza di mutazioni, trasferimenti, cambi di paradigma e varianze”

Hahahaha grande 🙂

Ma, cari giornalisti, vogliamo essere seri una volta, senza ripetere gli stessi errori già fatti con Web 2, Second Life, e qualsiasi altra moda/speculazione del passato?

Per quale reale motivo i già pochi lettori dei libri di carta dovrebbero passare a un aggeggio costosissimo e un po’ claudicante proprio sulla tipografia? Perché è fico?

Viene da chiedersi se questi attenti recensori si sono accorti del fatto che su Ipad (ma anche su altri e-book reader) non è disponibile la sillabazione, per dirne una. E i libri sono quasi tutti giustificati, così fra una parola e l’altra (soprattutto in lingua italiana) ci sono delle voragini che rendono veramente faticosa la lettura a chiunque.

Non c’è alcun controllo di vedove e orfane, o una gestione efficace di tabelle, interruzioni di pagina o degli scontorni sulle immagini.

Non è possibile utilizzare tecniche di font embedding, e quindi la scelta delle font è molto limitata (Baskerville (Monotype), Cochin, Palatino, Times New Roman eVerdana. Viene giustamente da chiedersi ma caspita, non c’era una font senza grazie un po’ meglio del Verdana? Come dice Stephen Coles, perdinci va bene forse per il catalogo dell’Ikea).

Non sono presenti opzioni di accessibilità, e anche soltanto cambiare la dimensione del testo è una pena.

Un bel campione dei grossi problemi di lettura a cui andranno incontro i lettori è ben documentato da Liz Castro su Flickr, consiglio una visione per rendersi conto di quella che è la realtà.

Ragazzi, fra il dire e il fare comunque c’è di mezzo il mare…

Annunci

5 pensieri su “Ipad, epub, ebook, leggere a video. Ma sarà vero?

  1. Grazie della citazione, e son contento di averti strappato un sorriso. Una precisazione, però: non mi riferivo affatto ai libri, anzi, se per caso hai seguito un po’ il blog, saprai che non ne sono per nulla convinto, e che credo che neppure ad Apple freghi nulla di quel mercato. La mia fascinazione riguarda le nuove possibilità contenute nell’interfaccia, e i possibili nuovi prodotti editoriali che si potranno costruire sviluppando a partire dalle nuove tecnologie a disposizione. L’iPad, e i vari device simili che si susseguiranno, sono contenitori vuoti per prodotti nuovi: adattare il libro è, in sé, un atto dovuto commercialmente, forse, ma poco interessante. Parlare automaticamente di libri in relazione all’iPad è, in sé, parlare di due cose che appartengono a mondi diversi.

  2. Sì Giorgio, è vero. E’ che venivi citato in un post che parlava di Ipad/libri mirabilie ecc ecc 🙂 Sono d’accordo con te, a Jobs non gliene può fregare di meno.

  3. Si possono usare, anzi sono spesso usati, funzionano con Adobe Digital Reader ad esempio. In uno dei prossimi libri li utilizzeremo anche noi. Alcuni lettori però le ignorano (stanza e Ibook per dirne due).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...