Musica in streaming su Second Life, Shoutcast, radio libere

Come fare streaming di musica su Secondlife

” Amo la radio perché arriva dalla gente / entra nelle case e ci parla direttamente. Se una radio è libera, ma libera veramente / piace ancor di più perché libera la mente.” (Eugenio Finardi)

Ok, la citazione forse non è proprio proprio delle più recenti, però lo spirito di Shoutcast è anche questo. Non è detto che la vostra radio debba essere per forza commerciale, o produrre dei redditi o che uno stream serva per fare esclusivamente il DJ, potete anche blaterare liberamente nell’etere digitale. Anche dicendo cose azzardate, tanto chi vi sente?
Mi piace molto l’idea di lasciare i miei bit audio liberi di fluttuare nel mare di Internet, e immaginare che per serendipity qualcuno li raccolga e ascolti.
Non è necessario affittare per forza della banda su un server di streaming, se non prevedete di avere una quantità di ascoltatori. Io sto utilizzando una normale ADSL 7 mega, e funziona.
Il modo più semplice ed efficace che ho individuato è utilizzando Winamp, il plugin SHOUTcast DSP Plug-In for Winamp e il server SHOUTcast di Nullsoft, tutto gratuito.

Non è tutto liscio liscio, personalmente per ottenere una installazione stabile ho scaricato il server SHOUTcast 1.9.8 e non la versione 2 beta, e del plugin DSP utilizzo la versione 1.9.0, perché la più recente (1.9.1 a oggi) per un piccolo bug non salva i preset.

Scaricati i tre file, l’installazione è abbastanza semplice: partite da Winamp, solito doppio clic, evitate la selva di optional offerti dall’installer, installate il plugin DSP, per ultimo installate il server.

Partiamo dalla configurazione del server, perché c’è da fare una piccola personalizzazione.

  1. Individuate la cartella Shoutcast nel vostro disco fisso ed apritela (in Windows 7, sarà qualcosa come c:Program Files (x86)Shoutcast.
  2. Individuate il file sc_serv.ini, e se possibile apritelo con Wordpad, non con Blocco note (provate a usare clic destro > Apri con invece che Apri). Funziona anche con Blocco note, ma il file è completamente non formattato, mentre con Worpad appare in ordine.
  3. Individuate la riga MaxUser=32, e cambiatela in MaxUser=5, o un valore più sensato di 32 a meno che non abbiate una connessione davvero efficace.
  4. Appena dopo, trovate Password=ChangeMe e sostituite ChangeMe con la vostra personale password. È essenziale per riuscire a collegare lo stream da Winamp al server, quindi annotatela.
  5. Verso la metà del file, trovate la sezione Server configuration e la riga AdminPassword. Anche qui, provvedete a inserire la vostra password.
  6. Salvate il file, la configurazione del server è terminata. Se volete avviatelo facendo doppio clic sull’icona sc_serv.exe (e per arrestare il server, non chiudete semplicemente la finestra ma fate clic sul pulsante Kill server).

finestra di dialogo del server SHOUTcast

Passiamo a Winamp.

Per Winamp preferisco usare una skin classica, giusto il player e la playlist ma ovviamente questa è una scelta del tutto personale (Options > Skins).

  1. Se all’apertura di Winamp comparisse un errore del tipo “nscrt.dll non trovato“, scaricate il file e collocatene una copia nella cartella Winamp e una copia nella cartella Winamp/Plugins. Non è proprio quel che si dice una procedura pulita, ma funziona.
  2. In Winamp, selezionate Options > Preferences, e nella sezione Plug-ins fate clic sulla voce DSP/Effects. Sulla destra, se tutto ha funzionato, sarà presente l’elemento Nullsoft SHOUTcast Source DSP v.1.9.0. Se non ci fosse, reinstallate il plugin.
  3. Fate clic sul pulsante Configure active plug-in in basso: si aprirà la finestra di dialogo Shoutcast Source, fondamentale per la nostra trasmissione su Internet.
  4. Nella scheda Output, lasciate Address a localhost, e Port a 8000. Digitate invece la password inserita al punto 4 della procedura di configurazione del server precedente nella casella di testo Password.
  5. Fate clic sul pulsante Yellowpages e date un nome alla vostra stazione: sarà il nome della vostra stazione radio.
  6. Fate clic sulla scheda Encoder in alto e impostate il tipo di stream. Se intendete usare la vostra radio su Second Life (sì, ora ci arriviamo) selezionate una codifica MP3 non troppo elevata. Personalmente ho ottenuto buoni risultati con 80kbps, 22.050kHz Stereo, ma fate esperimenti.
  7. Lasciate Input su Winamp, valore di default e siamo pronti.
  8. Tornate alla scheda Output e fate clic sul pulsante Connect. Fate clic su Play in Winamp, in cui avrete provveduto a caricare una canzone o a preparare una playlist e osservate la finestra del SHOUTcast server: se tutto ha funzionato, vedrete comparire dei messaggi. Se non ci sono errori (di solito la password…)., il vostro stream è in Internet.

Ok, ma come lo trovo e lo comunico ai miei amici, o lo metto in streaming nella mia parcel?

È necessario conoscere il proprio ip: il server è raggiungibile all’URL http://vostroip:8000.

  1. Se non conoscete il vostro ip (che cambia a ogni connessione, quindi l’indirizzo della radio cambierà di conseguenza), potete usare per rilevarlo un qualsiasi sito che offra questo servizio, come per esempio What Is My Ip.
  2. Dopo aver rilevato il vostro ip, aggiungete davanti al numero ip http:// e :8000 in fondo. Puntate il vostro browser all’URL ottenuto: vedrete la  pagina SHOUTcast D.N.A.S. Status del vostro personale server.

pagina di amministrazione dello stream Shoutcast

A questo punto il lavoro è fatto. Se volete aprire il vostro stream sul pc (o far ascoltare la vostra musica a qualche amico), un clic sul pulsante Listen vi fornisce l’URL del file .pls (playlist) corrispondente.

Se volete mandare in stream la vostra musica nella vostra sim o nella vostra parcel, o in un luogo in cui avete accesso alle proprietà audio del posto, selezionate World > About Land e nella scheda Audio inserite l’URL del vostro stream nella forma http://vostroip:8000. Fate clic sul pulsante Play del vostro client e voilà. Ricordate però che SL apre connessioni client/server per ciascun viewer (è uno streaming multicast), quindi non superate il numero di ascoltatori previsto nella configurazione del server. Se prevedete un rave, è necessario affittare banda su un server dedicato.

È tutto, buon divertimento.

tutto l'ambaradan

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...