Creare una semplice sandbox OpenSim sul proprio disco fisso (standalone)

Opensim in locale
Creare e costruire in Second Life certe volte è complicato. Ci sono grossi limiti per la quantità dei prim (a meno che non siate fortunati proprietari di una intera sim), lo spazio non basta mai, qualcuno manda un im proprio quando si era capito come fare, e così via. Se qualcuno ci ha provato sa di cosa parlo. È vero, esistono le sandbox, ma sono sempre strapiene e con molto lag.

L’idea di lavorare in locale, senza limiti e interruzioni non è per niente malvagia, ma come fare?

Una soluzione viene da OpenSim: è possibile creare una sim libera dal lag, personale, sul proprio computer e realizzare quello che si vuole.

Si sentono storie degli orrori sul setup di un server OpenSim, e in effetti la documentazione è scritta in un linguaggio da tecnici. Molti tutorial riguardano il compilare il codice e impostare un diverso database, ma per fortuna nessuna di queste cose è obbligatoria e realmente necessaria.

Tutto quello che vogliamo fare è creare una sandbox OpenSim sul proprio disco fisso, non ci interessa di collegarci a altri simulatori o grid. Giusto uno spazio libero dove fare esperimenti in libertà.

In pratica, vogliamo creare una sim standalone, dove eventualmente far venire i propri amici comunicando di volta in volta l’indirizzo, senza dover installare e configurare MySQL e smadonnare con strani file di configurazione.

Possibile? Sì, ed è davvero semplice. Vediamo come.

  1. Scaricate l’ultima release disponibile di OpenSim. Non c’è bisogno di scaricare un installer, scaricate lo zip disponibile nella sezione Binary Packages della pagina.
  2. Scompattate lo zip in una cartella a vostra scelta sul vostro disco fisso ed aprite questa cartella, all’interno della quale ne saranno presenti molte altre: individuate quella denominata bin, poiché contiene i programmi che vi permetteranno di lanciare la vostra sim: OpenSim.exe oppure se usate una versione di Windows a 64 bit OpenSim32BitLaunch.exe.
  3. Se volete, create un collegamento al programma corretto e ponetelo sul vostro desktop, così potrete lanciare la sim senza dover navigare fra le cartelle del vostro disco fisso.
  4. Siamo pronti per lanciare per la prima volta il simulatore: si aprirà una finestra del DOS e vi verranno poste diverse domande, fra cui il nome da dare alla vostra sim, il nome dell’owner, la password e così via. Utilizzate i valori predefiniti eccetto che per il nome del server, la password e il nick del gestore. La parte più spaventosa è finita, e trovate tutte le informazioni eventualmente necessarie nella pagina Configuration di OpenSim alla sezione Running OpenSim for the first time.
  5. Digitate quit o shutdown nella finestra del DOS che si è aperta per chiudere il server. La configurazione della sim è finita. Se volete, provate a riavviare il server e osservate i messaggi che si susseguono nella finestra: se tutto è a posto, al termine vedrete un messaggio del prompt dei comandi del tipo Region <nome della vostra sim> #. Se è così, la sim è pronta per accogliere la vostra connessione.

console OpenSim

Quando il server è in ascolto, è possibile digitare al prompt numerosi comandi di configurazione, creazione di utenti, impostazioni del terreno e così via. Trovate l’elenco dei comandi disponibili alla pagina Server Commands di OpenSim. Per esempio, per creare un utente (magari volete invitare un vostro amico) digitate al prompt dei comandi create user. Vi verrà chiesto di digitare nome, cognome e password dell’utente, digitateli e premete Invio. Non utilizzate gli stessi nomi di Second Life, non è necessario e anzi potrebbe essere controproducente (cache da ricaricare, inventory da ricaricare, ecc).

Come fare per collegarsi alla propria sim? Anche questo è semplice e dipende dal client che utilizzate.

  1. Se il vostro client permette di scegliere la grid a cui collegarsi, digitate i dati di login nelle solite caselle di testo e selezionate localhost nell’elenco a discesa delle grid.
  2. Oppure, create una copia dell’icona del programma che utilizzate normalmente per collegarvi a Second Life, magari cambiategli nome come preferite per non confondere le due icone.
  3. Fate clic destro sulla nuova icona, selezionate Proprietà e aggiungete la stringa
    -loginuri "http://127.0.0.1:9000"
    in fondo al testo che compare nella casella Destinazione della scheda Collegamento.

modificare la stringa di lancio del client SecondLife

Fate clic sulla nuova icona per aprire il client, digitate i dati di connessione e la password. Il client si collegherà alla vostra nuova sim.

La prima volta è imbarazzante: vi ritroverete su un’isoletta in mezzo al mare, con degli strani pantaloni rossi e di sesso femminile. Nessun problema, aprite l’inventory e create una nuova shape, una skin, dei capelli: dovete ripopolare la vostra inventory, perché la vostra abituale è suoi server di Linden Lab e non è possibile recuperarla.

Se desiderate che un vostro amico vi raggiunga (se ne utilizzate uno, ricordate di aprire il firewall o disattivatelo temporaneamente), dovrà ripetere questa stessa procedura ma sostituendo 127.0.0.1 (l’indirizzo IP del vostro server locale) con il vostro IP pubblico, che potete rilevare con qualche servizio del tipo My IP.

La stringa da aggiungere diventerà quindi:
-loginuri "http://il vostro IP:9000"
Ora la vostra sim standalone sta funzionando in locale, utilizzando per il database SQL Lite.
Se desiderate maggiori performance con MySql oppure volete impostare la vostra sim in modo diverso, è necessario smanettare un po’ con i vari file .ini di configurazione. Basta un normale editor di testo come Blocco Note, ma ci vuole una certa confidenza con i computer. Prima di modificare i file .ini fate sempre una copia di sicurezza dei file di partenza, vi eviterete molti grattacapi.

Prima di chiudere la sim ricordate sempre di digitare quit o shutdown nella finestra del prompt del DOS, in modo che tutti i file vengano salvati correttamente.

opensim in standalone sul proprio disco fisso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...